Tinta per capelli in gravidanza

La gravidanza è una esperienza unica che rende radiose non solo le future mamme ma anche i loro capelli. A beneficiare dell’aumento ormonale sono proprio loro, splendenti e più corposi.  Alle donne in attesa si consiglia la tinta dopo il terzo mese scegliendo con cura i prodotti giusti.

Tinta per capelli in gravidanza: effetti sul feto, definizione e la scelta giusta

Alla domanda  frequente sulla possibilità di coprire i capelli bianchi durante la gravidanza  è difficile dare ancora una risposta scientifica definitiva. Non esistono test di sperimentazione sulle donne in dolce attesa tali da attestare la pericolosità delle tinture per capelli sull’embrione. Infatti  la casistica di aborti  spontanei o malformazioni congenite del feto dovuti dal trattamento chimico della tinura sono pari a zero. Vero è che la cute, costituito da pori traspiranti è permeabile e gli agenti chimici con la loro tossicità riescono a penetrare nello strato sottocutaneo dell’epidermide e raggiungere anche l’embrione nel ventre materno.

Procedimento

La tintura è un procedimento chimico spesso aggressivo  per il cuoio  capelluto  a causa della presenza di due sostanze necessarie  per la pigmentazione dei capelli.

Acqua ossigenata: è considerata essenziale  durante la colorazione in quanto attiva il processo di ossidazione che garantisce la tenuta permanente del colore sui capelli. A secondo il tipo di sfumatura del colore desiderato e della quantità di capelli bianchi da coprire l’acqua ossigenata varia il dosaggio e la quanttà concentrata nella tinta

Ammoniaca: all’origine di questa sostanza troviamo un gas naturale con le proprietà di volumizzare il capello e attivare in esso il processo di desquamazione che permette la penetrazione dei pigmenti della tinta.

Nel corso degli anni l’ammoniaca è stata spesso modificata con l’uso di oli essenziali, valida alternativa naturale al metodo chimico capace di prendersi cura dei capelli e rinforzarne la fibra.

Hennè in gravidanza: la scelta giusta

La classica alternativa alla tintura di origine chimica è l’hennè, colorazione vegetale con i suoi ingredienti naturali senza agenti nocivi per l’embrione. L’hennè è un prodotto della fitocosmesi costituito dalla combinazione di erbe differenti che donano ai capelli una colorazione permanente con la copertura dei capelli bianchi al 100% e una lucentezza naturale. Rigenera il cuoio capelluto, riduce  le doppie punte ed è adatto a tutti i tipi di capelli.

La tintura hennè è acquistabile presso le erboristerie, farmacie e negozi specializzati in prodotti fitosmetic. Esistono in commercio tre tipologie di hennè diverso:

  • hennè neutro
  • hennè rosso
  • hennè nero

La base di colorazione delle tintura Hennè nasce in natura di colore rosso ma il colore originario dei capelli su cui viene utilizzata ne  modifica la graduazione. Sui capelli chiari o decolorati assumerà la colorazione simile all’arancione mentre sui capelli scuri l’effetto rossastro sarà più visibile e di certo migliore.