Quanto acqua bere al giorno?

L’acqua è  essenziale per tutti i procedimenti fisiologici e delle reazioni organiche influenzate dagli enzimi che avvengono nel nostro organismo. Gioca un ruolo importante nella digestione, nel metabolismo, nell’utilizzo  delle sostanze nutritive . Attraverso la diuresi vengono smaltite  le tossine responsabili della ritenzione idrica.. L’acqua difende le funzioni del cervello lubrificando i tessuti e le articolazioni. Stimola le funzioni intestinali facilitandone l’evacuazione, dona un senso di sazietà e accelera gli effetti positivi del dimagrimento.

Quantità giusta: 2 litri al giorno

Chi beve poco è spesso afflitto da emicranie, secchezza della pelle e l’urina dal colore giallo scuro. Il corpo umano necessita di bere molto ma a piccoli sorsi: la dose consigliata equivale a  una bottiglia di 2 litri o 8 bicchieri  di acqua al giorno. Una sfida per le persone abituate a bere poco con uno stile di vita sedentario. Un quantitativo destinato ad aumentare con l’assunzione di frutta e verdura durante i pasti raggiungendo  anche 3 litri  di acqua giornalieri. E’ consigliabile per gli sportivi bere sempre acqua prima di ogni attività per riequilibrare i liquidi nel corpo. Discorso diverso per i bambini che necessitano di una dose inferiore di acqua nel corpo: una bottiglia di 1 litro al giorno basta per idratare il loro corpo in fase di crescita.

Le giuste bevande

Acquistare diverse acque è la soluzione ideale per integrare i sali minerali contenuti in diverse marche di acqua. Va bene anche l’acqua del rubinetto purchè sia depurata e povera di sodio. Naturale o gassata? Da sfatare il luogo comune che accusa l’acqua gassata di gonfiori allo stomaco. Il gas contenuto all’interno stimola la digestione e il processo di evacuazione intestinale. Sconsigliate invece le bibite gassate, i succhi di frutta in commercio e le bevande zuccherate.

Conclusione

L’essere umano è costituito in gran parte di acqua e ha bisogno di idratazione giornaliera. Per svolgere al meglio le sue funzioni il corpo necessita di acqua, il nutriente più importante e necessario per sopravvivere. L’importanza del cibo è subordinata al valore dell’acqua: basti pensare che si può vivere senza mangiare per una settimana ma se viene a mancare l’acqua, dopo due giorni, il rischio di mortalità è alto. Bisogna educare l’uomo sin dall’infanzia a bere nel modo giusto e nella corretta quantità. L’idratazione del corpo è fonte di salute e bellezza della pelle.E’ importante ricordare che bere acqua riduce del 45% il rischio di tumore alla vescica, colon e seno. Un motivo in più per scegliere l’acqua come fonte di vita.