Cosa mangiare per diminuire la ritenzione idrica?

La ritenzione idrica è una patologia molto diffusa che affligge milioni di persone nel mondo e in special modo le donne. Indica un deficit del drenagio linfatico e l’aumento di sodio che accumula liquidi nell’organismo dovuti ad una alimentazione ricca di sale e grassi. Il ristagno di  è di solito  localizzato nelle zone con maggiore accumulo di grasso quali addome, glutei e cosce che presentano segni di edemi e rigonfiamenti dei tessuti. Altri segni visibili sono la fragilità capillari, le  vene varicose e  la cellulite che può diventare dolorosa se raggiungi gli stadi più acuti.La  circolazione venosa è alterata dal ridotto sostegno  dell’ossigeno e la presenza di  tossine modifica il metabolismo cellulare.

Contro la ritenzione idrica: i cibi giusti

Per eliminare il ristagno dei liquidi in eccesso importante è inserire nella dieta alimentare cibi che aiutano ad eliminare l’acqua nelle zone più colpite come i glutei, la pancia e le cosce.

Ananas

I benefici di questo frutto tropicale sono da ricercare nella Bromelina, un enzima proteolitico in grado di scindere  le proteine alimentari aminoacidi nell’intestino e di facilitare l’attività digestiva. Contenuta soprattutto nel gambo dell’anans e utilizzata nel campo farmaceutico per le proprietà antinfiammatorie la Bromelina viene impiegata contro gli edemi e i disturbi correlati alla cattiva circolazione.Gli acidi  presenti nella  polpa dell’anans stimolano la diuresi purificando il corpo  e migliorano il drenaggio dei liquidi. Per mantenere i benefici di questo frutto tropicale è consigliabile consumarlo sempre fresco.

Cipolle

La cipolla è il bulbo di un arbusto aromatico dalle numerose proprietà terapeutiche. Molto usata in cucina, cotto o cruda, dal gusto forte è fonte di vitamine e sali minerali. Il più conosciuto beneficio apportato dalla cipolla è il potere diuretico e depurativo. Utilizzata con costanza favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso e stimola la diuresi grazie all’alto contenuto di acidoglicolico e potassio.  I medici consigliano i centrifugati, decotti e le zuppe a base di cipolle  per combattere il gonfiore localizzato soprattutto nelle gambe. Per chi soffre di gastrite e bruciori allo stomaco è consigliato l’uso moderato della cipolla.

Anguria

E’ il frutto dell’estate sicuramente ricco di acqua al 95%, dal colore rosso vivo ed il sapore fresco e dissetante. Ricca di sali minerali aiuta ad idratare l’organismo, ottima per avere sempre gambe leggere favorendo  la microcircolazione sanguigna. Con la sua composizione di betacarotene e vitamina A è benefica per il drenaggio e l’eliminazione delle tossine.nel corpo. Con il suo basso apporto di calorie il cocomero è il migliore alleato delle donne per le diete estive e la lotta contro la  la cellulite. Grazie alle sue proprietà diuretiche dona leggerezza e calma la fame, con conseguente beneficio per l’organismo. Da assumere a digiuno, appena svegli e mai dopo i pasti in quanto rallenta l’attività digestiva e provoca gonfiori addominali.