Rimedi naturali per i problemi all’intestino

In questo articolo analizziamo 2 rimedi molto utili che possono essere utilizzati per prevenire o curare problematiche all’intestino, senza dover ricorrere immediatamente all’utilizzo di farmaci.

Il carbone per pulire l’intestino

Il carbone come l’argilla ripulisce il vostro organismo. Esiste il carbone puro, proveniente dalla combustione di alberi e il carbone vegetale, prodotto per la maggior parte da alberi interi (salice, pioppo, tiglio ecc). Essi vengono carbonizzati ad una temperatura altissima e sottoposti a un bagno di vapore.

Quale risultato si ottiene? I pezzi di carbone sono provvisti di forellini in grado di catturare i rifiuti organici che incontrano. Nel momento in cui ingerite una pastiglia di carbone, questo non viene attaccato dai succhi gastrici e perciò può compiere il suo cammino lungo il tubo digerente senza essere ostacolato. Durante il suo passaggio raccoglie ed espelle i residui dei medicinali, i rifiuti metabolici e altre sostanze che si depositano nell’apparato digerente e inoltre è in grado di eliminare dall’organismo diversi germi intestinali.

Il carbone, nell’intestino, riesce anche ad attirare a sé le tossine del sangue tramite le sottili pareti che garantiscono gli scambi tra il sangue e il bolo intestinale. Per assumere questo elemento, potete trovarlo facilmente in diverse forme, polvere, compresse e capsule tuttavia ciascuna forma ha dei fattori positivi e negativi come le gellule che sono a basso dosaggio ma non hanno nessun sapore.

La frangola per le irritazioni all’intestino

La frangola, un arbusto o piccolo albero alto pochi metri a foglie caduche. è un ottimo rimedio contro l’insufficienza biliare ed è efficace per combattere la costipazione che provoca un lento e regolare accumulo di tossine nell’organismo. La frangola non irrita l’intestino e ne stimola il tono e l’ampiezza dei movimenti, ottenendo uno svuotamento dolce sulle delicate mucose intestinali, tuttavia nel momento in cui incominciate ad utilizzarla iniziate ad assumerla in quantitativi moderati e poco alla volta aumentate le dosi per evitare bruschi effetti poiché la frangola è un vero e proprio lassativo.

La frangola non comporta assuefazione rispetto ad altri lassativi. Calcolate ½ cucchiaio da caffè per ¼ di acqua fredda e fate bollire per 5 minuti e lasciate infusione per 10. Prima di andarvi a coricare bevetene una tazza con l’aggiunta di miele. Un’altra erba medicinale che potete utilizzare come lassativo è la malva. E’ emolliente e placa le irritazioni intestinali. Vi consigliamo un cucchiaio per una tazza di acqua bollente.