Fitoterapia per dimagrire

L’attenzione sempre più crescente nei confronti delle cosiddette “terapie alternative”ha portato sulla cresta dell’onda pratiche come la fitoterapia che prevede l’utilizzo dei principi attivi contenuti nelle piante per la guarigione e la prevenzione di disturbi fisici o psicologici di varia natura, come ad esempio il dimagrimento. Vediamo di seguito come è possibile riuscire a perdere peso con la fitoterapia.

Si può dimagrire con la fitoterapia?

Dimagrire con la fitoterapia sembra sia possibile, però bisogna sapere cosa si sta facendo e come si deve fare. E così sono tornate di moda le bevande come gli infusi, i decotti e le tisane, preparate amorevolmente dalle nostre nonne. Ma che differenza c’è tra tisana, infuso e decotto? Prima di cavalcare l’onda della tisana-mania facciamo un po’ di chiarezza partendo dall’infuso.

I principi attivi sono contenuti nei fiori, nelle foglie, nelle gemme, nei semi, nella corteccia cioè in quella parte della pianta chiamata “droga” che in genere viene fatta essiccare per essere utilizzata a scopi terapeutici. Ci tengo a precisare che la fitoterapia non va assolutamente a sostituire la medicina classica ma ne è una valida aiutante.

Creare un infuso con la fitoterapia per perdere peso

Per realizzare un infuso che permetta di perdere peso, è necessario seguire alcuni passaggi. Esso in genere si ottiene facendo bollire l’acqua e versandola immediatamente sulla droga della pianta fatta essiccare (in erboristeria la si trova già pronta all’uso). Dopo aver mescolato l’infuso, lo si copre e lo si lascia riposare (in infusione) per una decina di minuti circa per poi filtrarlo con un colino. L’infuso andrebbe gustato tiepido e senza zucchero o in alternativa dolcificato con un cucchiaino di miele. Sono maggiormente adatte per la preparazione di infusi quelle droghe costituite da fiori, foglie e gemme.

L’infuso per eccellenza è la camomilla di cui si sfruttano i capolini fioriti dalle famose proprietà sedative (attente però all’effetto paradosso: c’è anche chi pare reagisca in senso opposto, caricandosi di ansia e nervosismo). Gli infusi e come vedremo successivamente anche i decotti, per quanto gradevoli vanno controllati nel dosaggio e soprattutto testati inizialmente sulla propria persona al fine di scongiurare eventuali reazioni inattese e indesiderate. Raccomando qualche scrupolo in più per chi è in dolce attesa!

Non dobbiamo far altro che seguire i consigli del nostro erborista di fiducia e lanciarci nella preparazione di un infuso per dimagrire, oppure calmante, drenante, tonico, digestivo,carminativo e chi più ne ha più ne metta!